NEWS

IN CASO DI SEPARAZIONE O DIVORZIO L’ALLOGGIO DI SERVIZIO PUO’ ESSERE ASSEGNATO QUALE CASA CONIUGALE?

Vediamo oggi insieme un tema che sta diventando ormai di attualità nella vita di molti Militari ed Ex Militari, la separazione, il divorzio.

Il tema dell’assegnazione della casa familiare viene disciplinato dall’Art. 337 sexies del Codice Civile il quale dispone che “il godimento della casa familiare è attribuito tenendo prioritariamente conto dell’interesse dei figli. Dell’assegnazione il giudice tiene conto nella regolazione dei rapporti economici tra i genitori, considerato l’eventuale titolo di proprietà.”

I figli vengono collocati solitamente presso uno dei genitori (normalmente, salvo casi particolari la madre) al quale il giudice attribuisce il diritto di rimanere ad abitare nell’immobile costituente la casa familiare, sebbene essa sia in comproprietà tra i genitori, ovvero di proprietà dell’altro genitore o di terzi.

Nel caso in cui la casa familiare sia costituita dall’alloggio di servizio, come si uniscono le esigenze familiari con le ragioni di servizio per cui è stato assegnato l’immobile?

Un argomento questo discusso nelle aule di Tribunale dove finora gli orientamenti seguiti sono stati diversi
Assegnazione giudiziale dell’alloggio alla moglie presso cui venivano collocati anche i figli
Alloggio destinato a soddisfare prioritariamente delle esigenze di servizio e pertanto veniva lasciato nella disponibilità del dipendente

Gli alloggi di servizio si caratterizzano per la circostanza che appartenendo allo Stato o ad altri Enti Pubblici, formano oggetto di concessione o di locazione nei confronti del personale destinatario nei limiti di tempo in cui lo stesso è in attività di servizio o presta servizio nella sede in cui si trova l’alloggio.

L’assegnazione non è quella di soddisfare un’esigenza abitativa del singolo dipendente, bensì quella di assicurare la piena efficienza nella prestazione del pubblico servizio attraverso una idonea collocazione funzionale del militare concessionario.

Di recente, questa tematica è stata oggetto di recente pronuncia da parte del Tribunale Amministrativo Regionale, T.A.R. Lazio Roma Sez. I bis, il quale con sentenza 7 Gennaio 2019, N. 148 ha statuito che, anche l’alloggio statale può essere assegnato come casa familiare solo se, l’esigenza abitativa riguarda la prole del militare.

Cari amici, ovviamente andremo ad approfondire l’argomento con i Nostri professionisti quindi, non perdetevi i prossimi appuntamenti. Condividete subito l’articolo con amici e colleghi. Buona lettura!

Ultime notizie