Visite dal 15/12/2011

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi899
mod_vvisit_counterIeri2123
mod_vvisit_counterQuesta settimana6447
mod_vvisit_counterUltima settimana12925
mod_vvisit_counterQuesto mese26822
mod_vvisit_counterUltimo mese41610
mod_vvisit_counterVisite totali4011133

We have: 44 guests online
Your IP: 54.224.56.126
 , 
Oggi: 18 Ottobre 2018

ORA ESATTA

Fai una donazione

Grazie per il vostro contributo!

Enter Amount:

Sito registrato in


Home Ceraso Note Ultime notizie

ULTIME NOTIZIE SU CERASO

Durante la Giornata della Memoria organizzata dal Comune di Ceraso a San Biase nel settembre 2002 il sindaco dott. V. Filpi manifestò al prof. Amedeo La Greca, invitato come relatore, l’intenzione di realizzare un libro sulla storia del Comune di Ceraso. A. La Greca nella stessa sede ventilò l’ipotesi che il nome Ceraso (dal latino Cerasus) derivasse da una località turca sul Mar Nero, località nella Regione del Ponto, dall’anonimo Kerasos. A sostegno di questa ipotesi, sta il fatto che molti paesi dell’Italia Meridionale portano il nome del paese di origine dei fondatori. Per esempio in Calabria Troia, richiama l’antica Troia turca. Il sindaco incuriosito da ciò iniziò delle ricerche personali. Rilevò che Kerasos è participio aoristo di Kerao, che significa “che è stato accogliente”. Cercando su internet il luogo dove era ubicato in Turchia, è stato impossibile ritrovare perché sulle cartine odierne non è riportato e alla voce Kerasos, corrisponde una pagina in lingua turca, impossibile da decifrare. Non contento scrisse a Roma al Consolato turco per avere notizie. Dopo una settimana arrivò al sindaco una telefonata dall’ambasciata turca che diceva che l’ambasciatore desiderava un incontro diretto con il sindaco. Il 30 gennaio 2003 il sindaco si è recato a Roma, un incontro molto cordiale in cui l’ambasciatore turco manifestò l’intenzione di visitare Ceraso. Durante l’incontro l’ambasciatore turco raccontò di essere stato ambasciatore in Giappone prima dell’Italia e qui esisteva una cittadina che aveva lo stesso nome del nostro paese. Qui gli abitanti avevano creato un museo in cui erano esposte piante di ciliegi di ogni natura e forma. All’ingresso del museo era esposto un planisfero in cui si evinceva il percorso del ciliegio, che partiva dall’attuale cittadina turca chiamata Girésum per arrivare prima in Italia portata da un generale romano. Dall’Italia viene portata in Inghilterra, da qui all’America del nord e poi in Giappone dove viene fondata questa cittadina con il nome della pianta. L’ambasciatore chiese al sindaco come era esposto e sizionato il nostro paese e dalla descrizione risultò che Girésum in Turchia aveva le stesse caratteristiche del nostro paese Ceraso, tra la montagna e il mare.

Share/Save/Bookmark